Appelez-nous : (514) 400-7806
Appelez

Vedere uno specialista del sonno e provare la CBT potrebbe liberarti dall’insonnia per sempre.

CORRELATO: Il consiglio del Dr. Pimple Popper su come sbarazzarsi dell’acne « È lo stesso motivo per cui le persone amano i film horror o il bungee jumping », afferma Kelly, che è anche professore di filosofia alla Purdue University. « Provi l’emozione di avere queste emozioni estreme – come il disgusto o la paura – ma in queste situazioni artificiose, puoi avere queste esperienze senza essere effettivamente minacciato. » In questo caso, « sotto minaccia » potrebbe trovarsi sulla poltrona del dentista, il che può essere abbastanza spaventoso. Ma potrebbe anche avere a che fare con tutto quel brutto tartaro marrone che vediamo nei video, che i nostri cervelli associano alla malattia e alla cattiva igiene. (Dopotutto, è una grande causa di malattie gengivali e carie.) « Alcuni dei più potenti elicitori di disgusto hanno a che fare con il veleno o la contaminazione, roba che può ucciderti », afferma Kelly. Ciò include sicuramente il fluido corporeo, aggiunge. « Quando pensi ai video che fanno scoppiare i brufoli, stanno trasudando pus – e ora con questi video di pulizia dei denti, è molto centrato sulla bocca e su tutti i fluidi che succedono lì. » L’angolo di disgusto potrebbe essere uno dei motivi per cui non solo guardiamo questi video, ma li condividiamo anche con i nostri amici. « C’è una cosa strana che se qualcosa ti fa schifo, hai maggiori probabilità di parlarne ad altre persone », dice Kelly.

Ciò ha senso da una prospettiva evolutiva, aggiunge. « Non vuoi che il tuo gruppo venga infettato da qualunque sia questa minaccia, quindi devi tenerne traccia e spargere la voce. » CORRELATO: 10 segni sottili di disturbo bipolare Quindi, di nuovo, questi video finiscono tutti con denti puliti, luccicanti, bianchi (ish), così come la sconfitta di uno sgradevole brufolo o altra imperfezione della pelle, quindi forse questa è la vera attrazione. « Probabilmente c’è della catarsi lì », afferma Kelly. « Quando qualcuno fa scoppiare un brufolo o quando i loro denti sono finalmente puliti, provano un po ‘di sollievo: la minaccia non è più presente. » Certo, non tutti sperimentano questo strano sorteggio o si divertono a guardare questi video. « Sto solo parlando da una prospettiva teorica, non personale », afferma Kelly. « Non sento quello che provano gli altri quando si tratta di cose brutte ». Alcune vitamine ti daranno una pelle migliore? Alcune vitamine possono offrire vantaggi per la tua pelle, ma pensaci due volte prima di assumere un integratore, afferma l’editore medico di Health. Di Dr. Roshini Rajapaksa e Dr. Roshini Raj 13 marzo 2017 Pubblicità Salva ellissi Pin FB Altro Tweet Mail Email iphone Invia SMS Stampa Zoom immagine Getty Images Ci sono alcune ricerche che suggeriscono che l’assunzione di vitamine A, C ed E in forma di integratore possa avere benefici per il salvataggio della pelle.

Sono tutti antiossidanti che possono prevenire o ritardare alcuni tipi di danni alle cellule della pelle. Ma a meno che tu non sia carente di nessuna di queste vitamine, puoi ottenere ciò di cui hai bisogno da una dieta ben bilanciata che include frutta, verdura, noci, latticini e pesce. (In effetti, quantità eccessive di vitamine A ed E, in particolare da integratori, potrebbero persino essere pericolose.) Inoltre, ci sono ricerche più solide sui benefici dell’applicazione di queste vitamine per via topica, e possono essere trovate in una varietà di prodotti per la cura della pelle . CORRELATI: Questi sono i migliori alimenti per ogni vitamina e minerale Potresti essere curioso degli integratori di collagene, che sono spesso propagandati per aiutare a ridurre la profondità delle rughe e ripristinare la struttura della pelle.

La ricerca sulla sicurezza e l’efficacia è ancora agli inizi, ma alcuni rapporti sembrano promettenti. (Tuttavia, va bene consumare cibi che contengono collagene, come il brodo di ossa.) Come sempre, consultare il medico prima di aggiungere integratori al regime. Molti di essi possono avere effetti collaterali indesiderati o interazioni farmacologiche. Il tuo MD può aiutarti a determinare se un supplemento specifico (anche una vitamina) è adatto a te.

Di Dr. Roshini Rajapaksa Di Dr. Roshini Raj La tua personalità rovina il tuo sonno? Una nuova ricerca collega l’insonnia a questi cinque tipi di personalità.

Ecco cosa fare se uno di loro suona come te. Di Kasandra Brabaw, 15 gennaio 2019 Pubblicità Salva Ellissi Pin FB Altro Tweet Mail Email iphone Invia SMS Stampa Sei un anxiou persona s? Un perfezionista di tipo A? Incline alla depressione?

Altamente stressato? Quindi c’è una buona probabilità che tu non stia dormendo bene. È noto da tempo tra gli esperti del sonno che gli insonni tendono ad avere alcuni tratti della personalità, molti dei quali non sono poi così positivi. E un nuovo articolo pubblicato su Lancet Psychiatry non fa che aumentare le prove.

La ricercatrice dell’Istituto olandese di neuroscienze Tessa Blanken e il suo team hanno studiato i tratti della personalità e le storie di vita di 2.224 partecipanti allo studio con diagnosi di probabile disturbo dell’insonnia tra il 2010 e il 2016 e hanno rintracciato l’insonnia in cinque tipi di personalità. Le persone di tipo 1 o « molto in difficoltà » si sentono molto attive e ansiose prima di coricarsi e sono inclini alla depressione. La gente di tipo 2 – « moderatamente angosciata, sensibile alla ricompensa » – è simile al tipo 1 in quanto anche le loro menti iniziano a correre prima di coricarsi, ma tendono ad essere più ricettivi alle emozioni felici o piacevoli. Le personalità di tipo 2 hanno riportato livelli di insonnia superiori alla media a causa dello stress, il che ha fatto teorizzare a Blanken che queste personalità possono sperimentare un tipo di insonnia chiamata insonnia psicofisiologica, che provoca stress sul sonno stesso (quindi mantenendoli svegli).

Le persone di tipo 3, « moderatamente in difficoltà, insensibili alla ricompensa », sono estremamente infelici e generalmente pessimiste. Sebbene non siano ricettivi a sentimenti felici, le personalità di tipo 3 non hanno la stessa probabilità di aver diagnosticato la depressione come quelle di tipo 2. Le persone di tipo 4 sono « leggermente in difficoltà, alta reattività », senza angoscia per la vita in generale, ma con difficoltà a dormire a causa di eventi della vita, come problemi finanziari o di relazione, secondo lo studio di Blanken.

Mentre la maggior parte delle persone può perdere un po ‘di sonno dopo una rottura, ad esempio, le personalità di tipo 4 hanno insonnia più lunga e più sostenuta del solito. Inoltre tendevano ad avere un trauma nella loro infanzia. Anche gli insonni di tipo 5 o « leggermente in difficoltà, a bassa reattività » hanno difficoltà a dormire a causa di eventi della vita, ma hanno reazioni meno intense a questi eventi e riportano anche meno traumi nell’infanzia rispetto al tipo 4.

Questo tipo di personalità mostra anche bassi livelli di motivazione, secondo lo studio. Sia le personalità di tipo 5 che quelle di tipo 4 hanno maggiori probabilità di sviluppare insonnia nei loro 40 anni. CORRELATO: Gli 11 tipi di insonnia Tutte queste personalità inclini all’insonnia si allineano con ciò che i ricercatori del sonno già sanno, secondo Rafael Pelayo, MD, uno specialista del sonno presso lo Stanford Sleep Medicine Center. E ha senso che le persone che sono inclini a depressione, stress elevato e altri stati d’animo negativi avrebbero problemi a dormire. « Le persone dormono meglio in stati di serenità », afferma. « Dormi meglio quando ti senti al sicuro, a tuo agio e amato. » I tipi di personalità « angosciati » sottolineati da Blanken nel suo documento sono persone che probabilmente non si sentono così serene così spesso. E c’è una spiegazione scientifica per il bisogno del tuo cervello di serenità per chiudersi correttamente per diverse ore ogni notte.

Si tratta di mantenere il tuo corpo al sicuro. Mentre tutti devono dormire, dormiamo in modo diverso quando le cose vanno bene rispetto a quando non lo sono, dice il Dr. Pelayo.

Se il tuo corpo è in qualche tipo di pericolo immediato (come se qualcuno urlasse « Fuoco! » O « Terremoto! »), Allora il tuo cervello eviterà di dormire completamente. Ma se il pericolo che percepisce è a lungo termine (come lo stress cronico o la depressione), il cervello non può semplicemente rimanere sveglio tutto il tempo e attendere che il pericolo passi. « Entra in una modalità di sonno in cui dorme a scatti e si addormenta il meno possibile », afferma il Dr. Pelayo. « Ed è questo che è l’insonnia, è questo tipo di modalità di sopravvivenza del sonno. » È simile per le persone che sono perfezionisti. Dr.

Pelayo lavora nella Silicon Valley e lui e i suoi colleghi vedono molti ingegneri del software venire al centro del sonno con lamentele per l’insonnia. In generale, dice, è perché i loro cervelli non sono disposti a lasciare un problema irrisolto. « Le persone che sono perfezionisti o hanno un disturbo ossessivo-compulsivo tendono all’insonnia perché cercano di aggiustare le cose e tu le aggiusti solo rimanendo svegli », dice. « [L’insonnia] può essere la condizione di un pensatore. » Forse suona nobile: non riesci a dormire perché sei troppo bravo nel tuo lavoro. Ma perdere il sonno rende le persone meno produttive e meno concentrate sul lavoro, il che significa che la tua insonnia probabilmente si traduce in un minor numero di problemi risolti, e quindi anche meno sonno.

È un circolo vizioso. CORRELATI: 9 cose da fare quando non riesci a dormire perché la tua mente corre Cosa fare se la tua personalità ti tiene sveglio la notte Innanzitutto, riconosci che l’insonnia non è fuori dal tuo controllo. « Le persone pensano ai problemi del sonno come se fossero fuori dalle loro mani, e se sono fuori dalle tue mani, allora sei fuori controllo, e se sei fuori controllo, allora sei in pericolo, e se sei dentro pericolo quindi il tuo cervello è stressato ed eviterà di dormire ”, afferma il Dr. Pelayo.

Il primo passo è smettere di pensare a te stesso (e dire agli altri) che sei « fortunato » a dormire quattro o cinque ore ogni notte. Se questa è una frase comune per te, allora è tempo di fissare un appuntamento con il tuo medico per parlare della tua insonnia. A volte il tuo medico di base sarà in grado di trattare la causa principale della tua insonnia harmoniqhealth.com. Altre volte, ad esempio se la depressione o l’ansia ostacolano il sonno, uno specialista in salute mentale potrebbe essere in grado di fornire terapia, antidepressivi o farmaci anti-ansia per aiutarti a riposare meglio.

CORRELATO: Cosa fanno esattamente 7 esperti del sonno quando non riescono ad addormentarsi Ma se persistono notti insonni, il Dr. Pelayo suggerisce di consultare uno specialista del sonno. Spesso ti chiedono di fare la terapia cognitivo comportamentale (CBT), un tipo comune di psicoterapia che aiuta i pazienti a riconoscere il pensiero negativo in modo che possano affrontare le sfide in un modo più positivo ed efficace.

La CBT è molto efficace per le persone con insonnia, afferma il Dr. Pelayo, mentre qualcosa come i sonniferi può essere meno utile perché non trattano la causa principale di un problema del sonno. Vedere uno specialista del sonno e provare la CBT potrebbe liberarti dall’insonnia per sempre. Devi solo prendere un appuntamento e smettere di credere che sei destinato ad essere stanco tutto il tempo. “Le persone con insonnia stanno soffrendo.

Fa male non dormire « , afferma il Dr. Pelayo. « Ma non devono soffrire se ottengono la giusta attenzione. » Per ricevere le nostre storie migliori nella tua casella di posta, iscriviti alla newsletter di Healthy Living Perché il tuo culo sembra lo stesso, non importa quanti squat fai Squat sul registro e non vedi alcun risultato? Questi errori di allenamento possono essere la causa. Di Gabrielle Kassel, 24 maggio 2019 Pubblicità Salva Ellissi Pin FB Altro Tweet Mail Email iphone Invia SMS Stampa Stai andando dopo a pesca più dura di quella di Amy Schumer che cerca i body shamers. Ti accovacci e ti accovacci e ti accovacci e ancora … nessun guadagno di glutei.

Cosa dà? Per uno, non puoi davvero allenare selettivamente una parte del corpo. « Gli squat non funzionano solo sui glutei », afferma la fisioterapista Grayson Wickham, D.P.T., C.S.C.S., fondatrice di Movement Vault, una società di mobilità e movimento. « Funzionano anche su quadricipiti, muscoli posteriori della coscia, core, flessori dell’anca e schiena. » CORRELATO: 4 Esercizi per la parte inferiore del corpo che puoi fare davanti alla TV Quindi, se stai cercando di costruire i tuoi glutei, preparati a più muscoli in tutta la parte inferiore del corpo. Detto questo, i risultati della costruzione muscolare sono lenti, quindi alcune donne si scoraggiano quando non iniziano a vedere subito il bottino. (A proposito, ecco perché è importante avere un sedere forte, oltre ad avere un bell’aspetto). « La genetica gioca un ruolo importante anche nella forma del tuo corpo e della tua anatomia », afferma Wickham, ma ciò non significa che non puoi sviluppare un bottino tondo e forte con un lavoro duro e intelligente, dice.

La parola chiave qui è « intelligente ». Ci sono alcuni errori comuni che potrebbero impedire al tuo allenamento per glutei di essere il più efficace o efficace possibile e dovrebbe essere. Di seguito, gli esperti di forza condividono quegli errori di allenamento, oltre a ciò che puoi fare per risolverli. CORRELATO: L’unica variazione tozza che devi fare per un culo Perkier La tua forma è una C (nella migliore delle ipotesi) Gli esperti dicono che la cattiva forma è probabilmente la ragione numero 1 per cui non vedi risultati. « Lo squat è uno dei migliori esercizi e ha tanti vantaggi …

Comments are closed.

Politique de confidentialité   -   Conçu et hébergé par BJ média